LG QuadWash, nuove lavastoviglie compatibili con Google Assistant

16 Maggio 2018 63

LG Electronics ha recentemente presentato una nuova gamma di lavastoviglie QuadWash, compatibili con Google Assistant e Amazon Alexa, in grado di avviare lavaggi a distanza con la propria voce, ed offrire il massimo della pulizia grazie ad un nuovo sistema di lavaggio a quattro bracci unito alla potenza del vapore.

Sei modelli di lavastoviglie disponibili per il momento soltanto negli Stati Uniti, capaci di comunicare ed essere gestiti tramite comandi vocali, combinando insieme anche la recente tecnologia SmartThinQ, in grado di ampliare il controllo dell'elettrodomestico da remoto, tramite l'applicazione dedicata LG, presente su Android ed iOS.

Assistenti vocali e controllo tramite app che contribuiranno a rendere l'esperienza d'uso di un elettrodomestico LG ancora più completa e smart. Per quanto riguarda prezzi e disponibilità, la nuova serie LG QuadWash sarà inizialmente disponibile negli Stati Uniti con prezzi a partire da 1099 fino a 1249 dollari.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus, in offerta oggi da Tiger Shop a 444 euro oppure da ePrice a 524 euro.

63

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Maxim Castelli

Certo, senza sconfinare nell'estremismo.

H6

Io sono un suo sostenitore e contrasterò l'uso spasmodico di termini anglosassoni.

Domenico Sgambellone

Sto per rifare l'impianto a casa. Ho scelto di rifarlo su bus konnex. Puoi scegliere interruttori e attuatori di qualsiasi marca e sono sempre compatibili

Maxim Castelli

A causa di ignoranza.

Maxim Castelli

Grazie Massimo. Ma io non sono maestro di nessuno.

H6

Maestro, perché alcuni devono ostentare usando termini anglosassoni?
Io sono con Lei in questa crociat

qandrav

ops la tastiera mi aveva corretto :) (musica trance)

DeeoK

Di sicuro è una questione soggettiva.
Per quel che mi riguarda ognuno fa un po' quel che gli pare, il problema deriva dal fatto l'eccessivo impigrimento della gente va a braccetto con la pigrizia delle aziende nel rendere sicuri certi dispositivi.
Mettiamola così: Amazon ha iniziato a dare ai suoi corrieri la possibilità di entrarti in casa per consegnarti il pacco nel caso tu sia assente. Sì, è comodo, ma stai facendo entrare sconosciuti in casa.

Maxim Castelli

Vero. Grazie per la correzione.

DeeoK

Il problema sussiste: o la lavatrice smart fa polling verso il server, o c'è il rischio di non diventare raggiungibile. Il primo caso può diventare uno spreco di risorse via via che aumentano gli oggetti smart in casa.

Alessandro Bellanda

Il server del vendor dialoga direttamente col dispositivo tramite web services. La stessa cosa succede con qualsiasi telecamera connessa

Stranger Thing

Sono d'accordo sui vari livelli di utilità e quindi pigrizia, ma credo siano estremamente soggettivi. Io ad oggi non trovo utilità nell'avere un assistente che mi accende le luci a comando vocale ma potrei cambiare opinione, quindi non critico chi lo ha per questo utilizzo pensando che siano tutti pigri. In fin dei conti, gran parte del progresso è fondato sulla pigrizia e soprattutto sul cercare di fare sempre più cose nel minor tempo possibile. Me li ricordo i miei colleghi più grandi, 9 o 10 anni fa, quando non si spiegavano a cosa servisse uno smartphone visto che tutto quello che fa lo facevano già PC e telefoni e che quindi fosse una moda inutile che rendeva pigri. Ora non c'è nessuno di loro che non ne abbia già cambiati almeno un paio. ;)
Comunque hai ragione anche te, eh, se una cosa ti sembra da pigri è giusto non tu la faccia. Solo non ti scandalizzare, probabilmente agli occhi di qualcuno sarai pigro tu per qualche altro comportamento. ;)

DeeoK

Come fai con l'app a raggiungere un dispositivo in una rete locale con ip dinamico se non fai parte di quella rete locale? :\

Alessandro Bellanda

È sufficiente l'App. Chiaro che se lo desideri potresti anche aprirti una VPN con la casa

DeeoK

Intervalli può anche starci, passi invece è una traduzione errata.

DeeoK

A parte che si scrive "tranche", è francese, non inglese.
Comunque viene usato da talmente tanto tempo anche in italiano di essere considerabile come assimilato, al pari di garage.

DeeoK

Se non sei in casa la lavatrice non l'accendi comunque a meno di non avere un ip statico ed esporre la lavatrice online. Non esattamente una mossa alla portata di tutti.

DeeoK

Perché per far iniziare una lavastoviglie devi prima caricarla. La carichi, ti metti sul divano e poi la fai partire? Tanto vale farla partire subito.
Nel caso del pc, come ho già detto, dipende un po' dalla situazione. Tanto per farti un esempio, il mio pc è collegato direttamente alla tv in salotto, tengo mouse e tastiera wireless dentro l'armadio e per usarlo in modo non multimediale devo spostare il tavolo del saloto (perché normalmente non è allineato davanti alla tv). Capisci che prendere il 2in1 è estremamente più comodo se devo soltanto controllare una cosa da 2 minuti.

L'ultima affermazione è priva di senso: senza dubbio la pigrizia va d'accordo con "rottura di maroni" ma ci sono più gradi di pigrizia. Perché altrimenti tanto vale dire che dovremmo fare la spesa direttamente a piedi perché usare l'auto è sinonimo di pigrizia.

Le comodità piacciono, ma devono essere giustificate. Il telecomando, ad esempio, è assolutamente giustificato, perché in sua assenza rischi di doverti alzare una 20ina di volte durante la visione di un film e questo ne rovina la visione.

Stranger Thing

Cito tue parole :"..con la capacità di non essere pigri..".
Quindi cosa ha di meno pigro prendere un tablet anziché alzarsi e andare al PC perdendo qualche secondo in più, rispetto all'affidarsi ad un sistema che fa iniziare (e quindi finire) un lavaggio esattamente quando lo si desidera, senza necessariamente essere davanti alla lavastoviglie?
;)
Se non fossero stati calzanti i miei esempi non avresti dovuto usare termini come "più veloce" o "rottura di maroni", che vanno molto d'accordo con "pigrizia".

DeeoK

I tuoi esempi non li trovo granché calzanti.
1) Un tablet spesso lo usi in maniera diversa dal pc. Il pc in genere è in una stanza a sé, magari richiede di tirar fuori tastiera e mouse, devi accenderlo (e non è detto che sia veloce quanto il tablet) e tutto questo può non essere comodo tanto quanto il tablet. Dipende un po' da quel che devi fare, diciamo.
2) Fare zapping dai tasti della tv invece che usare il telecomando è una rottura di maroni. Che fai, ti alzi dal divano, cambi, torni al divano, ti rialzi e così via? Il telecomando sarebbe un'opzione accessoria se in tv non ci fosse pubblicità, il volume si regolasse in automatico e si sapesse già a priori che non si cambierà a breve canale.
3) Indubbiamente. Ma non solo nel supermercato, pure per andare in un negozio o così via. Non capisco perché farsi tutti quei problemi per non fare 100m in più a piedi.
4) Google è più veloce. Se chiami devi sperare che rispondano e chiedere l'orario. Maps è praticamente immediato.

Sterium

sarebbe figo poter cambiare la frase di dafault

Stranger Thing

Pensa a chi compra i tablet per la fatica di alzarsi dal divano e andare al PC fisso. Pensa a chi, fin da quando ancora si poteva cambiare canale dalla TV, ha sempre e comunque usato il telecomando (e lì non è che ci sarebbero voluti 20 minuti come passare l'aspirapolvere), pensa a chi nei parcheggi di supermercati e centri commerciali preferisce farsi 10 minuti di giri per trovare un posto a 5 metri dall'ingresso invece di parcheggiare subito a 50 metri. Pensa a quelli che domandano su google maps se un negozio è aperto invece di provare a chiamare direttamente. Questa degli elettrodomestici smart è solo una cosa in aggiunta ma niente di peggio di quel che già esiste e si vede da anni.

Stranger Thing

Sulla lavatrice ti posso dire che puoi impostarla in modo che finisca quando torni a casa in modo da non far stare troppo tempo i panni chiusi dentro. Ok che esistono i timer ma generalmente hanno range di 3 ore in tre ore.. La carichi la sera, poi, sapendo quanto dura il lavaggio, la avvii da remoto il giorno dopo. Poi è chiaro, niente è indispensabile, né apparecchi del genere né telecomandi TV o auto (in molti la usano anche per fare 2 km) o ancora smartphone o PC. Però è innegabile che possano, a chi più a chi meno, fare comodo tutte queste cose.

Simone

"Ok Gesù"

Simone

Luci ikea e philips.

Vincenzo

a parte il fatto che questa dell'articolo è una lavastoviglie e non una lavatrice, comunque sei in cucina e siccome c'è google assistant puoi fargli delle domande (sai cos'è google assistant no?) cosa c'è di strano? magari mentre stai cucinando o facendo altro, magari sei anche in soggiorno a stirare, puoi avviare la lavastoviglie con un comando vocale… è un qualcosa IN PIU' non in meno e per chi deve comprarla nuova una lavastoviglie non ci vedo nulla di drammatico se c'è o non c'è...

DeeoK

Più che altro la mia impressione è che l'utenza stia barattando quelle poche comodità offerte dai prodotti "smart" con la capacità di non essere pigri. Ormai sembra che sia uno sforzo pure accendere la luce e quindi servano lampadine smart ed assistenti vocali.
Posso capire prodotti come gli aspirapolvere robot, in fin dei conti passare l'aspirapolvere in casa frega una ventina di minuti (o più, in base alla casa) ed è un procedimento palloso (e da ripetere frequentemente, se si hanno animali), ma sentire l'esigenza di una notifica quando finisce la lavatrice secondo me è un brutto sintomo.

Signor Citrus

Vero, guarda io ovunque posso compro prodotti di aziende italiane.
Il nostro ingegno é insuperabile in tutto il mondo e ti dirò che mi sono sempre trovato non bene, benissimo!
Soluzioni efficaci, semplici, equilibrate.

Come hai detto tu, che senso ha avere tutto un sistema di connessione di un dispositivo quando hai un display davanti?
Questo modo di pensare, gli americani non ce l'hanno manco nei loro sogni più bizzarri.

Signor Citrus

Con un timer locale?

Tommaso

Si cavalca la moda eh?
Mo' se arrivo a capire la lavatrice, perchè almeno mi evita di dimenticare i panni dentro che poi puzzano, della lavastoviglie me ne frega davvero poco...
Sto ristrutturando casa e sto pensando di mettere alcuni sistemi di automazione e li... Il caos.

Saro' fesso io, senza dubbio, ma per capirci qualcosa sto diventando matto. Solo per le luci non ci si capisce una fava. Stra gli standard diversi, metto interruttori o lampadine comandate, hub si hub no e se si quale... Un bordello.

Alessandro Bellanda

Infatti, a proposito della funzione 'smart' nel primo commento sostengo che 'può tornare utile' non 'essere di fondamentale importanza'.

Alessandro Bellanda

Il "come faresti senza WiFi" era relativo alla particolare esigenza di come attivare la lavastoviglie al termine della lavatrice se in casa non ci sei (nessuno dei due mi ha dato la soluzione senza WiFi`).

DeeoK

Basterebbe che i produttori copiassero la DeLonghi: le loro macchine del caffé ti dicono quando fare il ciclo decalcificante.
Invece per i display basterebbe usarli, visto che ci sono già.

DeeoK

"come faresti senza WiFi?"
Come negli ultimi decenni.

Faccio presente alcune cose:
1) Con elettrodomestici recenti i consumi sono sufficientemente bassi da rendere più difficile superare i 3KW.
2) Se sei raggiungibile dalla notifica significa che sei in casa, quindi o senti il segnale acustico (o l'assenza di rumore della lavatrice, nel caso tu l'abbia in casa) o puoi andare a controllare. Onestamente mi sembra che la gente stia andando progressivamente verso la disabilità autoindotta da quanto sembrano sconcertati da simili banali operazioni.
3) A meno che non cambi ogni 6 mesi elettrodomestici ci vuole poco ad imparare i tempi di utilizzo. Io so sempre, ad occhio, quando finirà la lavastoviglie o la lavatrice avendo imparato i tempi. Oltretutto gli elettrodomestici con display spesso hanno anche il tempo rimanente alla fine. A quel punto basta saper usare un orologio.
4) Falso, un sacco di persone hanno tutto l'interesse nell'hackerarti casa perché consenti di creare botnet economiche con cui eseguire DDOS. Ci sono già stati svariati casi.

Quindi il succo è che una persona dalle capacità cerebrali pari almeno a quelle del mio cane (che tanto sveglio non è) e dotato di capacità motore superiori a quelle di Stephen Hawking è in grado di vivere senza la notifica della lavatrice senza che la qualità della sua vita ne risenta.

Signor Citrus

Ma sei serio?
Come faresti senza wifi.
Come ha fatto fino ad ora l'umanità a sopravvivere senza wifi.
Eccoti la risposta.
Dai, un po di ingegno e intelligenza. Sono tutte cose che si possono fare senza connessione a internet.

Signor Citrus

Ahahah epico.
Voglio quest'uomo CEO di tutte le lavatrici e lavastoviglie del mondo.

Signor Citrus

Condivido ma non sul discorso del frigo, che é uguale al discorso delle lavatrici.
Al massimo mi andrebbe bene per le scadenze, ma per il resto voglio essere IO ad avere l'assoluto controllo ella mia vita quotidiana in casa e fuori.
Con queste tecnologie sempre più invadenti invece di avere più controllo, lo stanno togliendo.
Non fatevi fregare come gli americani.

Maxim Castelli

Intanto puoi contribuire in questa sede con consigli costruttivi. Sono certo che puoi rendere un contributo di spessore.

Alessandro Bellanda

Ok, banalmente trovo utile la funzione di notifica quando la lavatrice termina il ciclo di lavaggio, oppure avviare la lavastoviglie quando termina il ciclo della lavatrice (per non superare i 3kW di potenza). Non lo consideri un vantaggio?

Concordo sulla vulnerabilità dei dispositivi ma, difficilmente qualcuno avrà interesse nell'hackerarmi casa passando dalla lavatrice.

DeeoK

Perché non è un servizio.
In pratica ti vendono come smart un prodotto che fa le stesse cose che avrebbe potuto fare anni fa ma con in più il wifi e l'app per il telefono. Tutto questo non solo va ad aumentarne il costo finale ma induce una sequela di problematiche che con la spia non avresti.
In generale, una regola d'oro per la sicurezza degli apparati informatici è che se non è strettamente necessaria la connettività internet per il loro utilizzo allora è bene non fornirgliela.
Se vuoi un banale esempio, un paio di anni fa (forse meno) venne fuori che grazie all'aver consentito alle auto di connettersi ad internet, per alcune era possibile prenderne il controllo da remoto mentre erano in funzione.
Più in generale tutti i prodotti "smart" di adesso hanno generalmente politiche di sicurezza ridicole.

Alessandro Bellanda

Si tratta di un servizio in più, non vedo perchè non sfruttrarlo

DeeoK

Basterebbe usare delle spie o un avviso sul display. Cose che si possono fare da anni.

Svasatore

Ohhhhhhhhh

qandrav

per contribuire dovrei regalare a te un libro di analisi logica (e un buon corso di inglese)

Maxim Castelli

Contribuisci alla crescita invece che usare questo linguaggio adolescenziale scurrile.

qandrav

ma non mi c4gare il c4zzo. insultavo chi usa termini inglesi a sproposito quando tu manco eri nato.

passi di mezz'ora? torna a studiare se questo è il tuo livello di italiano

Personalmente, a prescindere dalla qualità della macchina, ho comprato una lavatrice Wi-Fi della LG per due motivi. Il primo perché avendola in cantina e adattandosi i programmi al carico ed allo sporco, non hanno mai durata fissa e mi avvisa quando ha finito. Il secondo perché posso scaricare da internet molti altri programmi di lavaggio, parecchio specifici, come quello per sciacquare sale e cloro che uso molto.

Vincenzo

Perché lamentarsi sempre? Utile o no è una funzione in più, a me non dispiacerebbe affatto, poi se funziona proprio come un Google home evita l'acquisto di uno di questi, ne ho uno in cucina, be con un elettrodomestico avrei evitato l'acquisto. Un altro esempio, vorrei mettere un Google home in soggiorno, ancora non l'ho comprato perché comprerò quasi sicuramente la soundbar LG con Google Assistant se appunto funziona proprio come un Google home, inteso che anche in standby si possono impartire comandi ecc ecc

freerider

Bah sti elettrodomestici che usano i comandi vocali o l'IoT non li capisco proprio. Che senso hanno? Se li devo far partire vuol dire che li ho caricati e sono li davanti, premo un pulsante e parte. Se sono in giro frega il caz.. di come sta andando la lavatrice, non ho bisogno di un'app che mi avvisa che la centrifuga è terminata ed inizia il lavaggio. Che brutta fine che sta facendo il mondo tecnologico, sempre più cag4te e sempre meno innovazione. Se riuscite a darmi anche solo un utilizzo reale di queste tecnologie allora mi ricredo. L'IoT in ambito domestico per me è un'altra cosa. Ad esempio prodotti del supermercato con etichette rfid che riescono a comunicare con il frigo il quale riesce a tenere un'anagrafica dei prodotti che si usano, ti avvisa sulle scadenze, sulle quantità e magari riesce a proporti ricette in base ai prodotti che ci sono in frigo, quello sarebbe una fig 4ta mica ste cose.

Maxim Castelli

Rido per non piangere davanti a certe realtà lessicali.

Recensione LG Q7: CPU vecchia in un corpo nuovo

LG G7 ThinQ: vediamo com'è fatto | Video #parliamone

LG V30 con Android Oreo 8.0: LIVE batteria | Fine ore 22.38

LG V30 vs Huawei Mate 10 Pro: quale scegliere? Confronto | Video